Attrezzatura di cucina

Piano di lavoro

La prima attrezzatura di cucina necessaria è lo spazio, anche se un vero cuoco riesce ad arrangiarsi in ogni situazione: barca, baita di montagna, camping o altro. La situazione migliore sarebbe quella di poter lavorare su un piano di lavoro largo, lungo e comodo. L’ideale per ospitare l’attrezzatura di cucina necessaria senza doversi stressare troppo.

Ma per adesso pensiamo alla situazione ambientale tipica che è quella della cucina di casa. La vita di oggi tende a mortificare le ambizioni culinarie. “L’angolo cottura” è sempre più diffuso, purtroppo, e quindi non parleremo di cucine ideali. L’importante quindi è riuscire a ritagliarsi uno spazio sufficiente sul quale poter disporre l’attrezzatura di cucina necessaria per poter cucinare agevolmente, senza stressarsi troppo. Lo spazio indispensabile sarà quello dove poter appoggiare almeno un tagliere di dimensioni confortevoli e qualche altro per poggiare contenitori vari.

La cucina dovrebbe avere almeno quattro fuochi, l’ideale sarebbe averne anche  uno oblungo per la pesciera o per una casseruola ovale per gli arrosti. Disporre anche di uno spazio esterno per poter allestire una griglia su carbone di legna, è il coronamento di un sogno. Questo, anche se può sembrare strano, uno dei motivi che mi portano a vivere fuori città.

Attrezzatura di cucina: la batteria e gli accessori

Attrezzatura di cucinaSarai d’accordo con me che è impossibile pensare ad una fonderia, ad una falegnameria, o a qualsiasi laboratorio artigianale che non sia fornito degli attrezzi necessari ad operare, se si vogliono ottenere risultati apprezzabili. Lo stesso vale per il nostro laboratorio, che necessita dell’attrezzatura di cucina base.

Elencherò quella che, a mio avviso, è la dotazione perfetta per poter fare fronte alle esigenze tipiche per poter preparare pranzi elaborati per un numero di persone che stia tra le quattro e le otto. Ovviamente di tante cose si può fare a meno e ci si può arrangiare con quello che si trova a portata di mano.

  • Una pentola alta e stretta dove cuocere gli spaghetti
  • Una pentola alta e più larga dove poter fare un bollito o cuocere formati di pasta corta
  • Una pentola larga e bassa dove poter fare un umido
  • Una pentola ovale dove poter cuocere un arrosto
  • Una pentola a pressione
  • Un pentolino nel quale si possono confezionare salse
  • Un altro più piccolo dove poter cuocere delle uova
  • Una o più pentole di coccio
  • Una bistecchiera di ghisa 
  • Una pesciera
  • Almeno tre padelle di dimensioni crescenti
  • Teglie di varia dimensione e materiale: acciaio, vetro, terracotta
  • Alcuni stampi: per pane a cassetta, ad anello.
  • Tortiere ad anello rimovibile
  • Una friggitrice con cestello
  • Due scolapasta di dimensioni diverse
  • Un mortaio
  • Caffettiere di varie dimensioni, secondo il numero degli ospiti
  • Un matterello per stendere gli impasti
  • Un mixer o un frullino
  • Un mixer ad immersione (detto minipimer)
  • Una schiumarola
  • Due mestoli di dimensioni diverse
  • Cucchiai e forchettoni di legno di varia misura
  • Un ragno per i fritti
  • Un forchettone
  • Una paletta per prelevare porzioni di pasticci o sformati
  • Cucchiai e spatole di legno di varie dimensioni
  • Palette di materiale plastico per le padelle e/o pentole con rivestimento antiaderente
  • Un set di coltelli
  • Un coltello elettrico
  • Due o tre taglieri di svariate dimensioni
  • Tre o quattro ciotole del materiale che preferite, per sbattere, mischiare, impastare
  • Una spianatoia di legno per impastare
  • Una brocca graduata
  • Una bilancia
  • Un apriscatole, un cavaturaccioli
  • Un paio di forbici
  • Ciotole di varie dimensioni
  • Uno spremiagrumi
  • Pinze da cucina
  • Una grattugia con varie dimensioni di buchi
  • Setacci vari, almeno due: uno a rete metallica, uno a rete di plastica
  • Un colino cinese
  • Un macinapepe
  • Un levatorsoli
  • Uno sbucciatore per patate e verdure
  • Un pennello
  • Una tasca pasticcera con diverse bocchette
  • Un trinciapollo
  • Rotelle tagliapasta e tagliapizza
  • Uno o più coppapasta (dischi per ritagliare cerchi di pasta)
  • Due forni: uno tradizionale (a gas o elettrico) e uno a microonde
  • Una griglia
  • Una centrifuga per asciugare l’insalata
  • Uno schiacciapatate
  • Un passapomodoro
  • Un colabrodo

Una specifica a parte meritano i coltelli. I non professionisti, tendono a lavorare coi coltelli da tavola. Certo maneggiare certe armi grandi e affilate come i coltelli da cucina può fare impressione, ma i risultati sono migliori e le operazioni più agevoli. Una dotazione di base può essere fatta di 3 coltelli:

  • un coltellino a lama dritta rigida per scorticare o sbucciare gli ortaggi (detto spelucchino)
  • uno a lama liscia per affettare carni, salumi e formaggi
  • uno a lama seghettata per tagliare pane e similari

Ovviamente esistono set di coltelli più o meno variegati, per tutte le esigenze, quelli per disossare, o le mannaiette per spezzare ossa. Se ci si affida al macellaio, non necessitano. Esistono coltelli con le lame in ceramica, ottima perché è un materiale neutro e non comporta alterazioni chimiche ai cibi tagliati. Ma hanno il problema che quando perdono il filo, rifarglielo è pressoché  impossibile.

Poi esistono altri attrezzi quali snocciolatori di olive, spremiaglio, coltellini per fare i riccioli di burro, attrezzi per fare le spirali di zucchine o per tagliare gli agrumi a zig zag, ma entriamo veramente nel campo del superfluo. Comunque se vuoi avere una panoramica vasta di tutte le attrezzature disponibili puoi accedere al sito della Cucina Italiana, nella relativa sezione. E’ molto completo e pratico.

Se avrai voglia e passione, l’unico limite alla sindrome dell’accumulo di ammennicoli vari per completare la tua attrezzatura di cucina, sarà la quantità di denaro che vorrai o potrai spendere per comprarteli.

Se ho dimenticato qualcosa di essenziale, suggeriscimelo pure lasciando un commento, lo aggiungerò all’elenco.

Commenta su Facebook
Ti Piace La Cucina Siciliana? Non Perdere 52 Antiche Ricette Siciliane Introvabili!
Placeholder

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

"La nicchia mi sta stretta"